Seconda Domenica di Quaresima

Scritto da  Sabato, 12 Marzo 2022 00:00

Riflessioni sulla Seconda Domenica di Quaresima - 13 Marzo 2022

Riflessioni sulla Seconda Domenica di Quaresima - 13 Marzo 2022

+ Dal Vangelo secondo Luca

Lc 9, 28-36

In quel tempo Gesù prese con se Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. Mentre pregava, il suo volto cambiò d'aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco, due uomini conversavano con lui: erano Mosè ed Elìa, apparsi nella gloria, e parlavano del suo esodo, che stava per compiersi a Gerusalemme

Pietro e i suoi compagni erano oppressi dal sonno; ma quando si svegliarono videro la sua gloria e i due uomini che stavano con lui.

Mentre questi si separavano da lui, Pietro disse a Gesù: <<Maestro, è bello per noi essere qui. Facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elìa>>. Egli non sapeva quello che diceva. Mentre parlava così, venne una nube e li coprì con la sua ombra. All'entrare della nube, ebbero paura. E dalla nube uscì una voce che diceva: <<Questi è il Figlio mio, l'eletto. Ascoltatelo!>>

Appena la voce cessò, restò Gesù solo. Essi tacquero e in quei giorni non riferirono a nessuno ciò che avevano visto.

La seconda Domenica di Quaresima ci colloca con Gesù "sul monte". In disparte, come già nel deserto della Prima Domenica di Quaresima. Ma questa volta accompagnato da Pietro, Giovanni e Giacomo, che rappresentano la Chiesa apostolica, e da Mosè ed Elia, che rappresentano le Scritture. Siamo chiamati a stare in intimità con il Figlio e a contemplare in Lui il volto di Dio. La Trasfigurazione è un'anticipazione della gloria di Cristo: è espressione della grande benedizione che è donata ad ogni uomo tramite Gesù. I tre apostoli vivono un'esperienza mistica: in un momento di particolare predilezione da parte del Maestro, immersi nel suo legame d'amore con il Padre quando il volto di Gesù cambia d'aspetto davanti a loro mentre prega, vedono la sua gloria e capiscono che Egli è Dio. Anche noi nella nostra quotidianità abbiamo momenti in cui, confortati dalla Parola, dai sacramenti, dall'amicizia tra noi e dall'amore che ci unisce in quanto figli di Dio, sperimentiamo con i nostri fratelli, amici, familiari che siamo fatti per il cielo eche la vita terrena, a volte triste e buia, non può distruggere la bellezza e la gioia che ci attendono. (Spunti da "Cercare il volto di Dio" di Laura Paladino, famigliacristiana.it)

Due parole del Vangelo di questa domenica sono tristemente collegati al periodo storico in cui stiamo vivendo: "esodo" e "paura". Il nostro pensiero va alle centinaia di migliaia di persone, soprattutto donne, bambini ed anziani dell'Ucraina che in questi giorni stanno dando vita ad un esodo verso la salvezza a causa della guerra che sta dilaniando il loro paese. La paura nei volti di quelle persone, soprattutto dei bambini, arriva fino ai nostri cuori. Preghiamo affinché tutto finisca al più presto e la pace possa regnare sulla terra.

Buona seconda Domenica di Quaresima.

 

Ultima modifica il Domenica, 20 Marzo 2022 11:53
Altro in questa categoria:
« Quarta Domenica di Quaresima

Lascia un commento